Lanciano da scoprire

Se vieni con me per un sentiero che tu hai passato cento volte, il sentiero ti sembra nuovo (1) Aprutium ultra flumen Piscariae e Aprutium citra flumen Piscariae (ultra e citra: al di là o al di qua del fiume Pescara) così nel 1273, sotto la dominazione del fancesissimo Carlo I d’Angiò, era diviso l’allora…

Un piccolo tesoro ritrovato in un antico baule

– For the English version, please refer to the end of this page – Il baulle di velluto sta in buono stato, e con tutto il piacere lo rimanderò alla v.ra sig.ra madre…(1) Così, nel giugno del 1839, Maria Maddalena Cerulli, vedova di Giuseppe Antinori, scriveva al nipote Luigi. Giuseppe Antinori era il nipote di…

Abruzzo e antichi gioielli, il corallo di Giulianova.

– For the English version, please refer to the end of this page – Foto copertina: pavimento con inserti in polvere di corallo Villa Migliori, luglio 2016 foto di Leo De Rocco – copyright Gli orafi abruzzesi hanno dato prova di grande abilità, creatività e maestria fin dal Medioevo. Soprattutto tra L’Aquila e Sulmona (qui…

Bucchianico, la Festa dei Banderesi

– For the English version, please refer to the end of this page – La Passione in tutto. Desidero le più lievi cose perdutamente, come le più grandi. Non ho mai tregua. (1) Mi trovo a Bucchianico, un piccolo paese collinare nel chietino, ho scoperto che qui ogni anno si fa un tuffo nel Medioevo:…

Ripa Teatina, la storia di Rocky Marciano.

– For the English version, please refer to the end of this page – “La cosa a cui pensavo più spesso era la povertà che mia madre e mio padre avevano affrontato” (Rocky Marciano) Castrum Teate, così si chiamava anticamente Ripa Teatina, tranquillo borgo collinare del chietino a metà strada tra il mare Adriatico e…

Abbazia di San Clemente a Casauria

– For the English version, please refer to the end of this page – Voglio condurti a un’abbazia abbandonata, più solitaria del nostro Eremo, piena di memorie antichissime: dov’è un gran candelabro di marmo bianco, un fiore d’arte meraviglioso, creato da un artefice senza nome…Dritta su quel candelabro, in silenzio, tu illuminerai col tuo volto…

Il Maestro di Loreto

– For the English version, please refer to the end of this page – Adi ultimo di luglio 1590 si oscurò il sole. Graffito trovato sul muro di una campata della Chiesa di Santa Maria in Piano a Loreto Aprutino (foto sotto). Percorro una strada panoramica che dalla costa si arrampica sulle colline pescaresi, sto…

Atri, la notte dei Faugni

Quest’ordine del mondo, che è lo stesso per tutti, non lo fece né uno degli dei, né uno degli uomini, ma è sempre stato ed è e sarà fuoco vivo in eterno, che al tempo dovuto si accende e al tempo dovuto si spegne. (1) Atri è una gran bella cittadina tra le colline teramane,…

Atri, tra Adriano e Andrea De Litio.

Chi ama il bello, finisce per trovarne ovunque. Come un filone d’oro che scorre. (1) I turisti che visitano Atri non fanno molto caso (oppure, distratti, non lo vedono proprio) ad un busto che ritrae l’imperatore Adriano collocato in una piccola nicchia posta all’ingresso di questa città d’arte tra le più belle d’Abruzzo. Eppure la…

Popoli, le sorgenti d’Abruzzo

– For the English version, please refer to the end of this page – Dalla terra nasce l’acqua, dall’acqua nasce l’anima. (1) La Riserva Naturale delle sorgenti del Pescara è un’oasi naturalistica molto interessante, una delle riserve storiche abruzzesi e una delle più importanti aree sorgive d’Italia. Sono andato a scoprirla per voi. Le numerose…

Il mare pietrificato, la Riserva Naturale dei Calanchi

Rimasi quasi accecato dall’improvviso biancore abbagliante. Sotto di me c’era il burrone; davanti, senza che nulla si frapponesse allo sguardo, l’infinita distesa delle argille aride, senza un segno di vita umana, ondulanti nel sole a perdita d’occhio, fin dove, lontanissime, parevano sciogliersi nel cielo bianco… Mi pareva di essere sul tetto del mondo, o sulla…

Autunno abruzzese

Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare: scendono all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti (…) E vanno pel tratturo antico al piano, quasi per un erbal fiume silente su le vestigia degli antichi padri. O voce di…

Il Raffaello rubato

– For the English version, please refer to the end of this page – Tanto ardo, che ne mar ne fiumi spegner potrian quel foco; ma non mi spiace, perché il mio ardor tanto di ben mi fece, che ardendo ogni ora più d’arder me consumi. (1) Gli Aquilani conoscono bene la storia del quadro…

Il Parco dei Ligustri, storia di una bellezza ritrovata.

In mezzo all’erba, sotto gli alberi, nei vasi grigi delle nicchie, si scorgevano pennellate bianche, d’oro, di porpora; sopra la sua testa gli alberi erano rosa e bianchi, e ovunque si udivano battiti d’ali, suoni flautati, ronzii, dolci profumi. (brano tratto da Il Giardino Segreto, di Frances Hodgson Burnett – 1910) Sono andato a scoprire…

Barocco abruzzese

Addì 25 di marzo 1613 giorno di lunedi…la Santissima sempre Vergine Maria apparse con veste bianca stellata a Domenico del Biondo della Terra di Petranico nella contrada della Croce andando vedendo il suo seminato… (scritta sopra il portale di ingresso di Santa Maria della Croce in Pietranico) Oggi vado a scoprire Pietranico e Alanno, due…

Pacentro, la Corsa degli Zingari

– For the English version, please refer to the end of this page – Laudamus veteres, sed nostri utemur annis. (Elogiamo i tempi antichi, ma sappiamoci muovere nei nostri) Ovidio Il Luogo In Abruzzo le bellezze naturali vivono in simbiosi con la storia e le tradizioni popolari. Pacentro è un suggestivo paese posizionato ai piedi…

Trabocchi, ginestre e amanti.

– For the English version, please refer to the end of this page – 25 Marzo. San Vito è la mia Mecca, la mia città santa a cui vanno le più alte aspirazioni dell’essere. (1) Mi trovo in uno dei tratti marini più suggestivi della costa abruzzese, la Costa dei Trabocchi: acque trasparenti, calette nascoste…

Il gioiello del Velino, Santa Maria in Valle Porclaneta

“INGENII CERTUS VARII MULTIQUE ROBERTUS HIC LEVIGARUM NICODEMUS ATQUE DOLARM…ANNUS MILLENUS VENTENUS QUINQUIE DENUS CUM FUIT HOC FACTUM FLUXIT…VI MENSE OCTOBER” (1) Traduzione: Roberto, dotato di grande e versatile ingegno e Nicodemo, abbozzarono e rifinirono questo lavoro nell’anno mille centocinquanta. Quando questa opera fu compiuta correva il sei ottobre. Girando in lungo e in largo…

D’Annunzio, Michetti e San Pantaleone.

– For the English version, please refer to the end of this page – Allora le campane finalmente squillarono. Come i bronzi stavano a poca altezza, il fremito cupo del rintocco sfiorò tutte le teste; e una specie di ululato continuo si propagava nell′aria, tra un colpo e l′altro. ‟San Pantaleone ! San Pantaleone !…

Saturnino Gatti, il Rinascimento abruzzese

– For the English version, please refer to the end of this page – Vado a scoprire una piccola chiesa nascosta tra le montagne vicino a L’Aquila. Sto andando a Villagrande di Tornimparte, qui sul finire del ‘400 un giovane artista abruzzese, Saturnino Gatti, creò un ciclo di affreschi molto interessante. La chiesa è dedicata…

Capestrano, magiche atmosfere

Dopo aver attraversato l’altopiano di Navelli, (vedi l’articolo “A Navelli, lontano dal caos) – mi trovo nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – transitando sulla strada che conduce a L’Aquila, l’antica Via degli Abruzzi, cattura la mia attenzione un borgo medievale che noto arroccato su una altura. Circondato da…

L’Abruzzo di Henri Cartier-Bresson

– For the English version, please refer to the end of this page – « Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento » Scanno ha sempre attratto grandi nomi della fotografia mondiale perché racchiude in sé l’essenza della bellezza abruzzese: quel connubio tra le bellezze naturali e il fascino delle antiche tradizioni che rende…

A Navelli, lontano dal caos

Perdersi tra i silenziosi vicoli di Navelli è come fare un viaggio a ritroso nel tempo: il borgo, tutto arroccato, sembra incantato in un labirinto di pietre antiche che formano stradine, scalinate, case medievali, palazzi patrizi, archi, porte, portali e piazzette, con al centro piccoli pozzi, che si affacciano su una distesa assolata e ventosa:…

Costa dei Trabocchi, Punta Aderci

Mi trovo nel sud dell’Abruzzo, nel vastese, un vero paradiso per chi ama il mare, la natura e per chi è appassionato di fotografia. La Riserva naturale regionale di Punta Aderci si trova a ridosso del promontorio di Punta Penna (vedi articolo “La Madonna, il Faro e i d’Avalos” marzo 2015) e a pochi minuti…

I Pellegrini di Vacri

– For the English version, please refer to the end of this page – Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi. (Italo Calvino) Da secoli a Vacri, un pittoresco paese tra le colline del chietino, si rinnova una singolare tradizione che…

Due statue lignee di San Sebastiano

Ho visto un angelo nel marmo ed ho scolpito fino a liberarlo. (1) Vi propongo alcune fotografie per farvi conoscere (e suscitare in voi curiosità) due interessanti opere realizzate da due importanti artisti. Il presente articolo vuole essere solo una introduzione poiché mi riprometto di scrivere sui due artisti in maniera più approfondita. Le foto,…

Il parco fiabesco

– For the English version, please refer to the end of this page – Tutto fu ambìto e tutto fu tentato. Quel che non fu fatto io lo sognai; e tanto era l’ardore che il sogno eguagliò l’atto. (1) Immaginate un bosco, un vecchio mulino abbandonato, stagni, ruscelli, sorgenti d’acqua e laghetti con colori che…

Francesco Paolo Tosti

Vivi e lascia vivere* (*motto che Francesco Paolo Tosti fece incidere su un sigillo di cristallo) Nella bella Ortona molti visitatori di passaggio che si recano ad ammirare il suggestivo castello Aragonese, bello da fotografare anche perché si trova a strapiombo sul mare, non sanno che lì di fronte si trova l’interessante Museo della Musica,…

Vasto, la storia dei Rossetti

– For the English version, please refer to the end of this page – “Siede lungo la spiaggia de’ Frentani…” è il titolo di un sonetto che Gabriele Rossetti dedicò alla sua città, Vasto. Il sonetto è riportato su una scalinata che trovate vicino la sua casa natale (foto di copertina) mentre passeggiate sul belvedere,…