Maghi e Guerrieri

Attraversando l’Altopiano di Navelli, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il nostro sguardo è rapito da un borgo medievale arroccato su una altura. Circondato da vigneti e campi di grano, il paese di Capestrano è conosciuto per aver dato il nome all’opera più monumentale dell’arte Italica: una misteriosa statua in marmo e pietra, alta 223cm, in origine decorata con colorazione dal turchese al rossastro.

Guerriero di Capestrano, Chieti, maggio 2015
Guerriero di Capestrano, Chieti, maggio 2015
Guerriero di Capestrano, Chieti maggio 2015
Guerriero di Capestrano, Chieti maggio 2015

Risalente al VI secolo A.C. la colossale statua raffigura un guerriero italico appartenente alla popolazione dei Piceni, un tempo stanziati lungo le coste dell’Adriatico. La statua del Guerriero di Capestrano, rinvenuta in questa zona nel 1934, è attualmente conservata presso il Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo a Chieti. Sul piedistallo è incisa una frase in lingua italica, che alcuni studiosi hanno così tradotto: “Di me fece bella immagine lo scultore Aninis per il Re Nevio.” 

Il mistero che circonda la statua del guerriero si associa alla magica atmosfera che piacevolmente ci avvolge durante le escursioni nei dintorni di Capestrano: boschi incantati, chiese medievali nascoste in vallate quasi inaccessibili, laghetti attorniati da rigogliose vegetazioni e immense praterie assolate, improvvisamente interrotte da sorgenti montane dalle acque limpide e gelide.

San Pietro in Oratorium. luglio 2015
San Pietro in Oratorium – luglio 2015

Nascosta in una fitta boscaglia a ridosso del fiume Tirino, non è facile trovare la chiesa medievale di San Pietro in Oratorium. La suggestiva e sperduta chiesa, risalente al XI secolo, presenta sul portale di ingresso una curiosa scritta posta all’interno di un quadrato e leggibile in qualsiasi verso. L’iscrizione è stata oggetto di diversi studi e tentativi di traduzione, alcuni studiosi la associano alla storia dei Cavalieri Templari.  In un contesto così fiabesco e misterioso non poteva mancare il castello. La piazza principale di Capestrano è dominata dal Castello Piccolomini, che prende il nome dai feudatari che lo edificarono nel Quattrocento. Il castello fu ristrutturato nel Seicento, quando il paese era feudo, sotto Firenze, della Signoria dei Medici. Capestrano e il suo circondario affascinano il visitatore per le bellezze naturalistiche e per l’atmosfera fiabesca e misteriosa che si respira. Forse qui è nascosto il Sacro Graal? Chissà.

Copyright –All rights reserved – Non è consentito nessun uso delle foto presenti in questo articolo senza autorizzazione scritta – Pictures, it is forbidden to use any part of this article without specific authorization –  Autore/Blogger: Leo Derocco, leo.derocco@virgilio.it – Foto, compreso copertina: Chieti maggio 2015; Capestrano, luglio 2015.

Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
Capestrano, luglio 2015
    Capestrano, luglio 2015                                              

Copyright –All rights reserved – Non è consentito nessun uso delle foto presenti in questo articolo senza autorizzazione scritta – Pictures, it is forbidden to use any part of this article without specific authorization –  Autore/Blogger: Leo Derocco, leo.derocco@virgilio.it – Foto, compreso copertina: Chieti, maggio 2015; Capestrano, luglio 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...