Bucchianico, la Festa dei Banderesi

– For the English version, please refer to the end of this page –

La Passione in tutto. Desidero le più lievi cose perdutamente, come le più grandi. Non ho mai tregua. (1)

Bucchianico, maggio 2016
Bucchianico, maggio 2016, foto Leo De Rocco

Mi trovo a Bucchianico, un piccolo paese collinare nel chietino, ho scoperto che qui ogni anno si fa un tuffo nel Medioevo: a fine maggio l’intero paese si ritrova in piazza per rinnovare un’antica festa, che qui chiamano la Festa dei Banderesi.

La prima cosa che mi colpisce guardandomi attorno è il numero dei partecipanti a questa secolare tradizione che, mi dicono qui, si ripete da ben 700 anni! Giovani e meno giovani, praticamente tutti i bucchianichesi, partecipano orgogliosi a questa festa da loro dedicata a Sant’Urbano. Scopro così che la festa dei Banderesi consiste in una serie di riti molto articolati.

A rubare la scena sono le donne, le vedo sfilare per le vie in eleganti abiti tradizionali e sul capo portano, con eleganza e un impeccabile portamento, enormi canestri pieni di coloratissimi fiori.

Festa dei Banderesi, Bucchianico – foto Leo De Rocco

Nei mesi che precedono la festa le donne di questo paese, seguendo gli insegnamenti delle loro nonne, creano a mano circa centomila fiori di carta che con maestria adornano in grandi cesti di vimini: “lu canestre” (il canestro).

Piccolo Banderese, Bucchianico – foto Leo De Rocco

Storicamente la Festa dei Banderesi di Bucchianico ha inizio alla fine del 1200. La tradizione popolare e la letteratura ottocentesca, narrano della resistenza vittoriosa dei bucchianichesi ai tentativi di sottomissione da parte dei vicini teatini, gli abitanti della attuale Chieti. Fu Sant’Urbano, raccontano gli anziani di Bucchianico, a suggerire in sogno al “Sergentiere” (una specie di antico ufficiale) come sconfiggere i teatini.

Il Sergentiere, nella festa, è dunque la massima autorità, il cerimoniere ufficiale, la sua carica viene tramandata da secoli da padre in figlio, è lui che apre la danza medievale della “Ciammaichella” (guarda la galleria fotografica al termine dell’articolo) una suggestiva sfilata che avanza lentamente sulla piazza principale del paese, con una cadenza a serpentina, modalità che si collega ancora una volta al consiglio di Sant’Urbano (al Sergentiere) di far avanzare così i bucchianichesi contro i teatini, per sembrare più numerosi e scoraggiare il nemico.

Il Sergentiere è seguito dal capo Banderese, nominato per sorteggio tra i cittadini maschi di Bucchianico, egli coordina il gruppo dei banderesi che lo seguono nelle cerimonie della festa, tra canti, balli e suonate di tamburrini. Non mancano le tradizionali “ferratelle”, tipici dolci di origine contadina, che da queste parti si usa mangiare accompagnate da un sorso di buon vino.

Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 – Foto Leo De Rocco

“Evviva Sant’Urbano, evviva il Sergentiere, evviva il Banderese” gridano allegramente i gruppi di giovani banderesi in costume d’epoca che accompagnano il corteo tra carri adornati di fiori, damigelle, castellane, sbandieratori, armigeri, e dame che con disinvoltura portano sul capo i detti canestri colmi di fiori colorati. L’entusiasmo e la partecipazione delle nuove generazioni conferma l’attaccamento alle radici e alla storia di questo borgo.

La festa dei Banderesi, la cui importanza storica è confermata dal patrocinio della Commissione Nazionale italiana per l’Unesco, è una delle principali tradizioni popolari abruzzesi e del Centro-Sud d’Italia.

Lasciatevi coinvolgere dagli allegri e festanti banderesi, venite a Bucchianico a fine maggio per conoscere questa bella festa.

Galleria fotografica

Copyright © Riproduzione Riservata – Foto e testo – All rights reserved – Non è consentito nessun uso del testo e e delle foto presenti in questo articolo senza autorizzazione scritta – Pictures, it is forbidden to use any part of this article without specific authorisation – Note: 1) citazione di Gabriele d’Annunzio – Foto, compreso copertina: Bucchianico, maggio 2016 autore Leo De Rocco – Fonti: Pro-Loco Bucchianico – Traduzione a cura di Ioannis Arzoumanidis – Autore/Blogger: Leo De Rocco / leo.derocco@virgilio.it

Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016
Bucchianico, Festa dei Banderesi, maggio 2016 foto di Leo De Rocco
Festa dei Banderesi, foto d'epoca
Festa dei Banderesi, foto d’epoca

Copyright © Riproduzione Riservata – Foto e testo All rights reserved – Non è consentito nessun uso del testo e delle foto presenti in questo articolo senza autorizzazione scritta – Pictures, it is forbidden to use any part of this article without specific authorisation – Note: 1) citazione di Gabriele d’Annunzio – Foto, compreso copertina: Bucchianico, maggio 2016 autore Leo De Rocco – Traduzione a cura di Ioannis Arzoumanidis– Fonti: Pro-Loco Bucchianico – Autore/Blogger: Leo De Rocco / leo.derocco@virgilio.it

English version

The Banderesi of Bucchianico

The Passion in everything. I hopelessly desire the subtlest things as well as the largest ones. I never rest. (1)

Banderesi festival, May 2016
Banderesi festival, Bucchianico, May 2016 foto Leo De Rocco

On the threshold of the third millennium, the participation in rituals is still alive in many villages of the Abruzzo region, as well as in traditions and celebrations that have involved entire communities for centuries, arousing interest and curiosities. Every year, Bucchianico, which is a small hillside village of the province of Chieti, makes a dive in the Middle Ages; in May, the whole village can be found in the streets in order to renew the ancient festival of the “Banderesi” (i.e., lit., those who follow their commander under his flag [=bandiera]). The number of participants in this centuries-old tradition that has been repeated for 700 years, is striking: men, women, children, young and old, basically all citizens of Bucchianico, participate proudly in their festival.

Banderesi festival, Bucchianico, May 2016
Banderesi festival, Bucchianico, May 2016 foto Leo De Rocco

The ancient festival of the Banderesi, dedicated to St. Urban, consists of a series of very articulate rites, but it is the women of Bucchianico who actually steal the show: we see them parade through the streets of the small village in stylish and traditional clothes from Abruzzo, whilst on their heads there are huge baskets of colourful flowers that catch the attention of the many tourists that are present. In the months before the feast, the women of Bucchianico create beautiful paper flowers that they adorn with skill in large wicker baskets, thus following the teachings of their grandmothers: “lu canestre” (the basket). Historically, the festival of the Banderesi of Bucchianico began in the fourteenth century; indeed, the popular tradition and the nineteenth-century literature narrate the victorious resistance of the people of Bucchianico to the submission attempts of the neighbours Theatines, the inhabitants of the present-day Chieti. It was the very St Urban to appear in a dream to the “Sergentiere” and advise him how to crush the Theatines. The Sergentiere is the highest authority of the festival, the official master of the ceremonies: his charge is handed down from father to son in the Tatasciore-Papè family and he is the one who starts the dance of the “Ciammaichella”, a colourful procession that advances slowly on the main square of Bucchianico, in a rhythmic serpentine cadence. The Sergentiere is followed by the leader of the Banderesi, who is appointed by draw amongst the male citizens of Bucchianico. He coordinates the group of the Banderesi, who follow him in the festive ceremonies, in the singing, dancing and drumming. There are also the traditional “ferratelle” of Abruzzo, typical sweets of peasant origin, which in these parts are used to be eaten always with a sip of red wine, which has to be strictly from Abruzzo.

Banderesi festival, Bucchianico, May 2016
Banderesi festival, Bucchianico, May 2016 foto Leo De Rocco

“Long live St Urban, long live the Sergentiere, long live the Sergentiere”, cry out loud the groups of young Banderesi, who accompany the procession along with floats adorned with flowers, bridesmaids, chatelaines, flag wavers, warriors, and ladies who easily carry on their heads baskets of colourful flowers. The festival of the Banderesi is one of the main traditions of Abruzzo and the Centre-South of Italy. Its historical importance is confirmed by the patronage of the Italian National Commission of UNESCO, but it is especially the young ones of Bucchianico, who together with their families participate in great numbers and with enthusiasm, to confirm the attachment to the roots and the history of this small corner of Abruzzo that every May becomes a reference point for the entire region.

Copyright © All rights reserved – This article and the pictures shown on this website are private. It is thus prohibited to retransmit, disseminate or otherwise use any part of this article without written authorisation. Footnotes: 1) citation of Gabriele d’Annunzio – Photos, including cover: Bucchianico, May 2016; Author Leo De Rocco – Sources: On-site Bucchianico – Acknowledgements: Ioannis Arzoumanidis, research fellow, for translating this article into English – Author/Blogger: Leo De Rocco / leo.derocco@virgilio.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...