Un antico baule

 – For the English version, please refer to the end of this page –  Il baulle di velluto sta in buono stato, e con tutto il piacere lo rimanderò alla v.ra sig.ra madre…(1) così, nel giugno del 1839, Maria Maddalena Cerulli, vedova di Giuseppe Antinori, scriveva al nipote Luigi. Giuseppe Antinori era il nipote di Anton…

I Banderesi di Bucchianico

 – For the English version, please refer to the end of this page – La Passione in tutto. Desidero le più lievi cose perdutamente, come le più grandi. Non ho mai tregua. (1) Alle soglie del terzo millennio è ancora viva in molti paesi abruzzesi la partecipazione a riti, tradizioni e feste popolari che da…

Abbazia di San Clemente a Casauria

 – For the English version, please refer to the end of this page – Voglio condurti a un’abbazia abbandonata, più solitaria del nostro Eremo, piena di memorie antichissime: dov’è un gran candelabro di marmo bianco, un fiore d’arte meraviglioso, creato da un artefice senza nome…Dritta su quel candelabro, in silenzio, tu illuminerai col tuo volto…

Autunno abruzzese

Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare: scendono all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti (…) E vanno pel tratturo antico al piano, quasi per un erbal fiume silente su le vestigia degli antichi padri. O voce di colui che…

Il Giardino incantato

In mezzo all’erba, sotto gli alberi, nei vasi grigi delle nicchie, si scorgevano pennellate bianche, d’oro, di porpora; sopra la sua testa gli alberi erano rosa e bianchi, e ovunque si udivano battiti d’ali, suoni flautati, ronzii, dolci profumi.* *(brano tratto da Il Giardino Segreto, di Frances Hodgson Burnett – 1910) La nostra ricerca del “bello” in…

La Corsa degli Zingari

– For the English version, please refer to the end of this page – Laudamus veteres, sed nostri utemur annis. (Elogiamo i tempi antichi, ma sappiamoci muovere nei nostri) – Ovidio In terra d’Abruzzo le bellezze naturali vivono in simbiosi con la storia e le tradizioni. Pacentro è un suggestivo paese ai piedi del Monte Morrone, nel…

Trabocchi, ginestre e…amanti.

– For the English version, please refer to the end of this page – 25 Marzo. San Vito è la mia Mecca, la mia città santa a cui vanno le più alte aspirazioni dell’essere. (1) In uno dei tratti marini più suggestivi della costa abruzzese, due giovani amanti trovarono un rifugio solitario dove trascorsero il loro…

L’Abruzzo di Henri Cartier-Bresson

– For the English version, please refer to the end of this page – « Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento » Scanno ha sempre attratto grandi nomi della fotografia mondiale perché racchiude in sé l’essenza della bellezza abruzzese: quel connubio tra le bellezze naturali e il fascino delle antiche tradizioni che rende…

L’oro di Navelli

Perdersi tra i silenziosi vicoli di Navelli è una esperienza unica, è come fare un viaggio a ritroso nel tempo. L’antico borgo appare incantato in un labirinto di pietre; tra stradine, case medievali, palazzi patrizi, archi e portali. I misteriosi e deserti viottoli improvvisamente aprono su panoramiche, assolate e ventose terrazze che si affacciano silenziose…

Mare Nostre – La canzone popolare abruzzese

Mare Nostre è il titolo di una canzone dialettale abruzzese di ispirazione popolare. Scritta dal poeta e saggista Luigi Illuminati (Atri, 1881-1962), e musicata da Antonio Di Jorio (Atessa, 1890 – Rimini, 1981); questa canzone popolare esprime la nostalgia, la lontananza, la malinconia. Sono temi ricorrenti nella canzone popolare mediterranea, in particolare in quella portoghese, con…

Ricordi di guerra

Viale Nettuno – in copertina in una foto tra gli anni venti e trenta – è una strada che costeggia il lungomare della cittadina di Francavilla al Mare. Questo viale, prima della guerra, era un susseguirsi di case e ville immerse nel verde, perlopiù abitate nei mesi estivi dalla borghesia del luogo, abruzzese ma anche romana….

Abruzzo storie e passioni, impressioni d’occhio e di cuore.

Impressioni d’occhio e di cuore è il sottotitolo di un racconto del giornalista e critico d’arte ferrarese Primo Levi (1853-1917), pubblicato nel 1882 e scritto dopo un viaggio compiuto in terra d’Abruzzo. Il titolo principale del racconto, Abruzzo forte e gentile, è diventato un motto molto popolare nel tempo. Oltretutto, la copertina fu firmata dall’illustre…